Il linguaggio converte

Scegliere le parole giuste per i contenuti del sito web può fare la differenza in termini di conversioni. La chiave per riuscirci? Il linguaggio consapevole: studiare il target e, sulla base di questo studio, scegliere le parole migliori e poi testare ogni cosa.

Non basta avere un bel sito web per convincere una persona a effettuare una conversione. Sono le parole il più potente mezzo di persuasione ed è il linguaggio consapevole che ti permette di sfruttarle in modo efficace.

Le parole e il linguaggio consapevole possono fare la differenza, ma per poterli usare efficacemente la prima cosa che devi fare è conoscere perfettamente il target a cui ti rivolgi.

Come il linguaggio consapevole impatta il tasso di conversione

Se ti è mai capitato di leggere uno studio o un articolo sulla linguistica o sulla comunicazione dovresti sapere che esiste una correlazione tra il nostro linguaggio e i nostri pensieri. Il linguaggio che usiamo per parlare di certi argomenti influenza quello che ne pensiamo.

Usare un linguaggio consapevole significa essere completamente consci di quali parole stiamo usando e dell’impatto che esse hanno nel trasmettere il messaggio.

Pensiamo a un elevator pitch: è un discorso che deve essere creato facendo attenzione a ogni minimo dettaglio…in fondo hai solo il tempo di una corsa in ascensore per convincere l’altra persona a investire nella tua attività! Il tuo sito web è come la corsa in ascensore. Le persone si fermano, lo esaminano velocemente e decidono se rimanere sul sito o andarsene.

Quindi, per convincere il visitatore del tuo sito a compiere qualsiasi azione tu voglia che lui compia, devi assicurarti di usare un linguaggio in grado di convincerlo. Serve un linguaggio conciso, diretto, facilmente comprensibile e la call to action (CTA) deve essere costruita in modo tale da entrare nella mente del visitatore e non uscirne più.

Scegliendo le parole giuste – usando quindi un linguaggio consapevole – il tuo sito, così come l’elevator pitch, otterrà molti più risultati.

Non sprecare tempo con un linguaggio inefficace

Le parole sono il più potente mezzo di persuasione – a prescindere dal mezzo utilizzato. Le parole, infatti, sono in grado di evocare sentimenti e sono proprio i sentimenti a guidare le azioni delle persone. Saper evocare i giusti sentimenti, quindi, può aiutarti a raggiungere i tuoi obiettivi.

Per capire meglio ciò che stiamo dicendo, dai uno sguardo alla homepage di Airbnb.

acanto-comunicazione-copywriting

In tutta la pagina le principali direzioni in cui l’utente può proseguire la navigazione sono soltanto due…è perfetto!

Si verifica un problema, infatti, se si sovraccarica l’utente di possibili scelte: quando le persone si trovano di fronte a una moltitudine di opzioni e non sono in grado di decidere quale scegliere, solitamente optano per non fare nessuna scelta.

Sheena Iyengar, una professoressa di economia aziendale e di psicologia applicata all’economia, ha condotto diversi studi su come facilitare la scelta dell’utente e la sua conclusione, come spiega in questo video, è dargli il minor numero possibile di opzioni.

Airbnb centra a pieno l’obiettivo perché dà al visitatore solamente due opzioni principali – “cerca una casa” e “scopri le ultime novità”. Il rischio che le conversioni siano poche a causa di numero troppo elevato di scelte è praticamente nullo.

L’importanza di testare i contenuti

Il tuo contenuto sta facendo il suo lavoro? Ti sta aiutando a raggiungere l’obiettivo e a massimizzare le conversioni? Scopriamolo.

Il metodo più utilizzato per capire quali variabili influiscono sul tasso di conversione è l’A/B testing (o split testing). L’A/B testing confronta due differenti versioni della stessa pagina per vedere quale ottiene i risultati migliori. Puoi testare praticamente tutto: dagli headline ai body copy, fino alle immagini e alle CTA.

Testare ti aiuta a capire quali parole funzionano e quali no, ripensarle e riscrivere i contenuti in base ai risultati. Se le tue parole sono vaghe, i tuoi obiettivi sono vaghi e, probabilmente, anche i tuoi risultati non saranno un granché.

In conclusione

Quando pensi ai contenuti del sito, il tuo obiettivo deve essere quello di fornire qualcosa di valore agli utenti e da cui quindi poter trarre profitto. Testare può aiutarti a imparare, migliorare e crescere… tutto questo significa fare business!

Ricorda che oggi il web è saturo di milioni di business che competono per l’attenzione degli utenti, la maggior parte con contenuti mediocri. Avere un grande prodotto o servizio è solo metà dell’equazione. Se vuoi raggiungere la tua target audience devi prima conoscerla a fondo e se ne hai bisogno puoi sempre chiedere aiuto a degli esperti come noi.

Liberamente tradotto da The Daily Egg

Tag:

acanto comunicazione

,

copywriting

,

linguaggio consapevole

,

parole che convertono

Iscriviti alla nostra newsletter