Bonus pubblicità: nel 2018 spendere di più in advertising conviene!

La Legge di Bilancio 2018 introduce tante novità per il prossimo anno, tra le più interessanti c’è il bonus pubblicità, un credito d’imposta per le spese incrementali in advertising. Scopri tutti i dettagli dell’incentivo!

Tra le tante novità introdotte dalla Legge di Bilancio 2018 approvata il 16 ottobre arriva il credito d’imposta stanziato a favore della pubblicità su giornali e riviste – sia cartacei che digitali -, televisioni e radio.

Il bonus pubblicità si applicherà ai cosiddetti “investimenti pubblicitari incrementali”. Ciò significa che ne beneficeranno tutti gli investimenti in campagne pubblicitarie superiori almeno dell’1% rispetto a quanto era stato investito durante l’anno precedente.

I soggetti che potranno approfittare di questo credito d’imposta sono:

– le imprese di qualsiasi natura giuridica;
– i lavoratori autonomi titolari di partita Iva;
– i professionisti.

Per il 2018 i fondi stanziati dal Ministero per il bonus sono pari a 62,5 milioni di euro. Il credito d’imposta per l’advertising, però, non è rivolto solo agli investimenti del prossimo anno, ma retroattivamente anche a quelli effettuati dal 24 giugno 2017 con una disponibilità di 20 milioni di euro.

Come si applica il bonus pubblicità

Il credito d’imposta previsto è pari al 75% della spesa incrementale in advertising per le grandi imprese e le PMI e al 90% della spesa incrementale per le PMI innovative, startup e microimprese.

Cerchiamo di capire meglio il funzionamento della norma con un esempio.
Se nel 2017 si sono spesi 10.000€ in pubblicità e nel 2018 se ne spenderanno 15.000€, il bonus si applicherà alla differenza tra le due spese: 5.000€. Se, invece, nel periodo d’imposta 2017 non si è speso nulla in pubblicità e nel 2018 si spenderanno 10.000€, il credito d’imposta si applicherà a 10.000€.
Quindi, una grande impresa, nel primo caso avrà un credito d’imposta pari a 3.750€ (75% di 5.000), nel secondo caso invece sarà pari a 7.500€ (75% di 10.000).
Una microimpresa (azienda con meno di 10 dipendenti), nel primo caso potrà detrarre dalle imposte dovute un importo pari a 4.500€ (90% di 5.000), nel secondo caso un importo pari a 9.000€ (90% di 10.00).

Ora non resta che attendere il decreto attuativo del Presidente del Consiglio dei Ministri per conoscere nel dettaglio le modalità per accedere alle detrazioni e i criteri di attuazione della legge.

Tag:

acquisto spazi pubblicitari

,

advertising

,

bonus pubblicità

,

credito d'imposta

,

incentivi fiscali

,

Legge di Bilancio 2018

,

pubblicità

Iscriviti alla nostra newsletter