Black Friday: sai distinguerti dalla concorrenza?

Manca ormai poco al tanto atteso Black Friday e, mentre i consumatori si preparano per l’assalto ai negozi, i brand lanciano le loro campagne per distinguersi dai concorrenti e attrarre più clienti possibile. Come riuscirci? Scopriamolo attraverso due esempi: Amazon e Cards Against Humanity!

Il 24 novembre torna il fatidico Black Friday, il giorno più atteso dell’anno dagli amanti dello shopping.

Il Black Friday è il venerdì dopo il Giorno del Ringraziamento – la festa che si celebra il quarto giovedì di novembre in USA e Canada – e, in questo giorno, i negozianti propongono sconti speciali per attrarre clienti in cerca dei primi regali natalizi.
Nata negli Stati Uniti, la festa dello shopping è ormai in crescita anche in Italia e in Europa, ma ancora è raro vedere le code fuori dai negozi come invece accade negli USA.
Questa tradizione, consolidatasi durante il boom economico degli anni ‘60, deve il suo nome al colore dell’inchiostro usato all’epoca nei registri contabili: rosso per i conti in perdita e nero per i conti in attivo. È ovvio che, dopo le promozioni di questo venerdì, i conti finivano decisamente in nero ed ecco spiegato il perché della dicitura Black Friday.
Esiste però anche un’altra teoria sull’origine di questo nome. Secondo questa tesi alternativa, sicuramente meno poetica, nel 1961 a Philadelphia l’affollamento dei negozi e il traffico per le strade furono talmente elevati che quel venerdì venne ricordato come una giornata nera, a causa dello smog.

A prescindere dalle sue origini, oggi, più del 55% dei consumatori decide di fare acquisti in occasione del Black Friday. È quindi fondamentale per i brand pianificare una propria strategia per un Black Friday di successo.
Vediamo come 2 brand sono emersi rispetto alla concorrenza in questo giorno di super sconti:

– Amazon premia i suoi clienti fidelizzati con offerte e sconti esclusivi;
– Cards Against Humanity ha scelto di andare controcorrente lanciando – al giusto target – una campagna unconventional.

Ad introdurre il Black Friday in Italia è stato il colosso Amazon che ogni anno è in grado di stupire e attrarre consumatori con le sue speciali offerte. L’anno scorso, ad esempio, per tutta la settimana del “venerdì nero” Amazon ha introdotto nuove offerte ogni 5 minuti a cui i clienti Prime potevano accedere in anticipo di ben mezz’ora, coniugando così novità e fidelizzazione.

black-friday-amazon

Un’altra campagna originale è quella utilizzata da Cards Against Humanity, l’azienda di giochi per “persone orribili”, in occasione del Black Friday del 2015. Mentre tutti i brand erano impegnati a offrire qualcosa per – praticamente – nulla, la società ha offerto agli acquirenti la possibilità unica di acquistare da loro nulla per 5$.

black-friday-cards-against-humanity

Gli utenti che in quei giorni visitavano il sito si sono trovati di fronte solo e soltanto un semplice modulo di pagamento per poter donare i 5$.

black-friday-come-distinguersi-dalla-concorrenza

Cards Against Humanity non è nuova a scherzi e provocazioni per promuovere i propri prodotti, ma ciò che ha stupito di questa campagna è che, contro tutti i pronostici, vendere nulla in cambio di qualcosa ha veramente funzionato. Infatti, non solo l’iniziativa ha riscosso un grande successo sui social network, ma sono state ben 12.000 le persone che hanno dato 5$ per non acquistare niente!

Tag:

acanto comunicazione

,

Amazon

,

black friday

,

campagna pubblicitaria

,

campagne social

,

Cards Against Humanity

Iscriviti alla nostra newsletter